Le zecche su cani e gatti - Domande e risposte

da

Le zecche rappresentano un grosso problema per i proprietari di cani e gatti. In questo articolo, la veterinaria Andrea Meyer risponde alle domande più importanti in merito. Per saperne di più sulle zecche in generale, su cosa si può fare in caso di puntura di zecca (il termine «morso di zecca» è sbagliato) e su come è possibile prevenire naturalmente le punture sul gatto o cane grazie ai prodotti ANiFiT.

Dove si trovano le aree a rischio in Svizzera? In quale stagione?

Le zecche si trovano in tutta la Svizzera fino a circa 1500 m di altitudine. Finora non si trovano in alta montagna. La loro presenza dipende dalle temperature e da altre influenze meteorologiche. Sono più attive dalla primavera all'autunno, nei mesi invernali il rischio di una ountura di zecca è molto più basso.

Di cosa hanno bisogno le zecche per sopravvivere?

Le zecche amano l'umidità, soprattutto quando essa è pari o superiore all'85%. Quindi fai attenzione quando cammini in un prato dopo un temporale estivo, perché è pieno di questi insetti. Se in inverno fa freddo, le zecche vanno in posti caldi. I nidi di topo sono particolarmente popolari, perché lì è ancora molto caldo anche a temperature sotto lo zero. Non appena la temperatura supera i 5°C, esse diventano attive e mordono di nuovo gli animali e gli esseri umani.

Quanto può sopravvivere una zecca in un appartamento? Può sopravvivere senza testa?

Senza cibo, le zecche adulte possono sopravvivere a lungo: nel caso della comune zecca del legno (la specie di zecca più comune in Svizzera), si stima che possa sopravvivere fino a 37 mesi. In appartamento, per esempio, una zecca può sopravvivere per 10 giorni, a -12°C circa 24 ore, in acqua 3 settimane. Prendi in considerazione questi fatti quando vuoi distruggere una zecca.

Una zecca non può sopravvivere senza testa. Tuttavia, può rimanere incastrata nella pelle e causare reazioni spiacevoli come prurito o infiammazione.

Come rimuovere correttamente una zecca?

Una zecca deve essere rimossa il più rapidamente e professionalmente possibile. I nostri pratici ganci togli zecche ti aiutano a liberare il tuo amico a quattro zampe da questi parassiti in modo facile e sicuro. Successivamente disinfetta la ferita con la Propoli ANiFiT.

Non usare olio o smalto per unghie, perchè fanno vomitare le zecche, aumentando il rischio di trasmissione di agenti patogeni.

Rimuovi zecche

I pratici ganci togli zecche ti aiutano a liberare il tuo amico a quattro zampe dalle fastidiose zecche.

 

Come posso uccidere una zecca? Posso affogarla?

Come già detto, le zecche possono sopravvivere in acqua fino a 3 settimane, quindi l'annegamento non è una buona soluzione per eliminarle definitivamente. Tuttavia, muoiono in pochi minuti in alcool ad alta gradazione. Possono anche essere schiacciate tra due pietre o bruciate con un accendino - anche questi piccoli artisti della sopravvivenza non possono sopravvivere.

Una larva di zecca è pericolosa?

Una zecca femmina adulta depone circa 3000 uova. Le larve si schiudono da queste uova, richiedono un pasto di sangue, poi mutano e diventano ninfe. Dopo un altro pasto di sangue, seguito da una muta, la zecca diventa adulta.

Soprattutto le larve e le ninfe possono essere pericolose, perché sono ancora molto piccole e per questo motivo non vengono scoperte o solo dopo pochi giorni. Ogni stadio dello sviluppo può trasmettere malattie.

Quanto è pericolosa una puntura di zecca?

La pericolosità dipende dal fatto che la zecca sia o meno portatrice di agenti patogeni di una malattia trasmissibile.

Cosa può trasmettere una zecca?

Le zecche infette possono trasmettere varie malattie come la borreliosi e il TBE, che hanno un ruolo importante nell'uomo.

Nei cani e nei gatti, queste due malattie sono di secondaria importanza. Al contrario, babesie, erlichie, anaplasmi o rickettsie possono diventare pericolose. Da diversi anni, in particolare le babesie si trovano sempre più spesso in varie parti della Svizzera.

Babesia, erlichia, anaplasma e rickettsia?

Le babesie sono bluparasiti che, a seconda del tipo, possono essere pericolosi, soprattutto per i cani. Nei gatti, invece, sembrano causare malattie molto meno frequentemente. La malattia è solitamente accompagnata da debolezza, letargia e febbre alta.

Ehrlichia, anaplasma e richettsia sono infezioni batteriche che possono essere trasmesse anche dalle zecche. Svolgono un ruolo soprattutto nei cani provenienti dall'estero (Mediterraneo, Medio Oriente). I gatti sembrano ammalarsi di queste malattie molto meno spesso dei cani.

Quando dobbiamo consultare un medico e/o un veterinario?

Negli esseri umani, il sintomo più noto è probabilmente un'infezione da borelliosi, che deve essere sempre trattata. Se un pungiglione del cane o del gatto si infetta o l'animale si graffia o si morde eccessivamente in questo punto, si dovrebbe consultare un veterinario.

Come posso prevenire le zecche? Quali prodotti offre ANiFiT?

Evitare le aree con un'alta concentrazione di zecche, cioè siepi, bordi di boschi, sottobosco e luoghi con una fitta vegetazione erbacea, dalla primavera all'autunno. La maggior parte delle zecche si trova all'inizio dell'estate e in autunno. Quando torni a casa da una passeggiata, dovresti verificare la presenza di zecche su di te o sul to animale. Naturalmente non è possibile prevedere ciò per i gatti che vivono all'aperto. Quindi è particolarmente importante controllare regolarmente i gatti per verificare la presenza di parassiti.

Soprattutto con cani e gatti a pelo lungo, è adatto anche un normale rullo per abiti. Se gli animali fossero all'esterno, basta passarlo lungo tutto il corpo e gran parte delle zecche ancora in giro si attaccheranno. Esistono molti prodotti per tenere lontane le zecche -  molti sono chimici, ma anche alcuni sono naturali. Lavanda, geraniolo e olio di cocco, ad esempio, sono noti per il loro effetto repellente sugli ectoparassiti come zecche e pulci.

ANiFiT propone due prodotti contro le zecche che ti presentiamo qui:

Olio contro le zecche - per cani e gatti

Gli ingredienti naturali descritti sono contenuti nel nostro nuovo olio contro le zecche (olio di neem, lavanda, geranio patchouli, olio di sesamo) e prevengono le punture di zecca. Spalma l'olio regolarmente per tre settimane nelle orecchio, all'attacco della coda o al collo. Gli ingredienti entrano così nell'organismo del tuo amico a quattro zampe e proteggono dalle zecche dall'interno: non ci sarà più nulla che gli impedirà di fare il bagno in un ruscello o in un lago.

Il seguente video mostra come applicare correttamente l'olio di zecca:

 

 

 

 

Spray anti-zecche - solo per i cani

Lo spray ANiFiT contro le zecche, con oli essenziali, è privo di alcol, non tossico e contiene solo sostanze naturali come eucalipto, balsamo e olio di chiodi di garofano. Pertanto è ben tollerato e non brucia. Spruzzare e strofinare il cane prima di ogni passeggiata (adatto anche per l'uomo). 

 

I fatti più importanti sulle zecche in breve

  • Le zecche si trovano in tutta la Svizzera al di sotto dei 1500 m di altitudine.
  • Sono più attiive dalla primavera all'autunno, meno in inverno.
  • Il loro habitat preferito sono gli ambienti caldi e umidi.
  • Per prevenire le zecche, utilizzare l'olio contro le zecche di ANiFiT ed evitare luoghi con un'elevata presenza di zecche, come i prati umidi e il margine del bosco.
  • Le zecche sono estremamente robuste. Sopravvivono diversi giorni in abitazioni e anche fino a 3 settimane in acqua.
  • Per rimuoverle, usare delle pinzette e tirare fuori il sangue inacidito.
  • Si può uccidere una zecca in alcool ad alta gradazione o schiacciandola o bruciandola.

Se hai bisogno di maggiori informazioni sui prodotti ANiFiT contro le zecche, contattaci.

<  Vai alla panoramica

Prodotti corrispondenti del nostro assortimento

Rimuovi zecche

CHF 5.20
(Ganci togli zecche)

Vai all'articolo

Propoli

CHF 18.40
(Propolis 20ml)

Vai all'articolo

Anti-zecche

CHF 10.00
(Spray anti-zecche)

Vai all'articolo

Olio contro le zecche

CHF 19.00
(Olio contro le zecche)

Vai all'articolo

Categorie

Ultimi post

La pancreatite nel gatto

02.04.2021 da Paolo Zambianchi

Vai all'articolo

La pancreatite nei cani

01.04.2021 da Paolo Zambianchi

Vai all'articolo

Ordina una degustazione gratuita!

Ordina subito